Leopardi – Mark Strand

giugno 29, 2018 § Lascia un commento

luna

La sera è calma e limpida e senza vento.
La luna bianca come pietra aspetta sopra i tetti
e sopra il fiume vicino. Ogni via è silenziosa
e i semafori negli angoli brillano solo sulle forme ingobbite delle auto.
Tu dormi. E il sonno si raccoglie nella tua stanza
e nulla in questo momento ti disturba, Jules,
una vecchia ferita si è aperta e io ne sento nuovamente il dolore.
Mentre dormi, sono uscito per porger i miei omaggi tardivi
al cielo che pare così gentile
e al mondo che non lo è e che mi dice:
“Non ti do alcuna speranza. Nemmeno la speranza”.
In fondo alla strada c’è la voce di un ubriacone
che canta una canzone irriconoscibile,
e un’auto qualche isolato più in là.
Le cose passano e non lasciano traccia,
e domani arriverà e il giorno dopo,
e qualunque cosa i nostri antenati sapessero il tempo l’ha portata via.
Essi se ne sono andati e i loro figli se ne sono andati
e le grandi nazioni se ne sono andate.
E se ne sono andati gli eserciti che hanno mandato nuvole di polvere e fumo
ad avanzare nell’Europa. Il mondo è silenzioso e noi non li udiamo.
Una volta, quando ero ragazzo, e il compleanno che avevo aspettato
era finito, ero steso sul letto, sveglio e triste, e molto tardi
quella notte il suono d una voce che cantava in fondo a un vicolo,
morendo a poco a poco in lontananza,
mi ferì, come fa questa ora.

Annunci

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Leopardi – Mark Strand su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: