Olimpiade d’Epiro

agosto 28, 2016 § Lascia un commento

olimpiadw

 

Obliquamente giunge

la conosco,

cola rossastra porpora

fremiti alla porta,

le bestie che sino a ieri sfamavo

attendono il mio corpo.

 

Datemi mirride e nardo,

nella lordura di polvere

deipara mi si conosca anche da morta.

 

Ed è il periglio a intramare vita

dai picchi di rupi dove nacqui

alle correnti che fluttuano i Cabiri

a Samotracia, nei misteri d’acqua

fra i gorghi e le accalmie che non seguii,

anemone ribelle sviata da Zagreo

appresso Eros,fanciullo senza veli,

tradirono gli dei.

 

Così mi ritrovai a corte estranea che

osavano sibilarmi barbara, i cani,

impastando congiure e veleni

nell’accozzaglia di opliti pezzenti.

 

In attacco indifesa sciolsi i miei

tirsi, tiasi e gli aglifi

fra le caviglie, sottili quali daine,

in vortice e passione,

notti,

contro il macedone che sottraeva il figlio

complice il precettore

nel raziocinio algido

di vene giugulari.

 

Fu allora che squarciai

gole a mia volta

– vana sfida alla sorte

le madri già travolte –

restandomi rifugio

solo alle rocce primeve

nei pleniluni, ebbra di

sete che rimase arsura

anche dopo Filippo,

fasullo duce pavone.

 

Ché ad abbruciarmi addosso

sino a midolla d’ossa

rogo era il dominio,

volo d’ape regina.

Peggio che mille amanti,

scandalo aperta luce,

sola scandii comandi.

 

Li cancellò dolcissimo

ahimé   financo il figlio

ch’eppure m’era nato

identico di febbre

tanto da oltrepassare

nel suo delirio eroico

il limite all’umano

trionfalmente, oltre,

troppo lontano,

morte.

 

Dopo, sterili lotte

di satrapi e diadochi

e la scommessa, l’alea,

persa ora l’ultima volta.

 

Mi vendicò Alessandro,

maschia partenogenesi,

Zagreo sta per riprendermi

a divorarmi viva,

io ch’ero la più forte

scompaio oscura dea.

 

Come la madre notte

da cui promana luce

torno colma semenza

matrice all’indistinto,

sconfitta ma non doma

potenza che riaffiora

implosa,

uomo/donna.

 

 

 

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Olimpiade d’Epiro su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: