narrata

luglio 21, 2015 § Lascia un commento

nadir

 

sfilo ordure,
l’orda lorda

disordinare l’ordine
come nell’ordalia che l’odalisca morbida
combatte al fresco,
acqua,
foglie di verde
impasta spezie e spazi, spazzola
l’origine filtrando
si defila

***
è il culmine, toccato va al nadir
conchiuso l’orto e
il gioco
perso, splendidamente langue
nell’arrocco

***
da qualche parte, in qualche tempo, qualcuno

***
il conto , infinitesimale, del
macellaio

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo narrata su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: