Previsioni e lapsus – Luciano Mazziotta

novembre 18, 2014 § 5 commenti

previsioni-e-lapsus-copertina-solo-prima

Accostati per antifrasi previsioni e lapsus dispiegano gli elementi della gabbia dove si scopre imprigionato un io senza più me. Lo sconcerto della perdita di una qualsivoglia centralità identitaria è il plot su cui si regge tutto questo secondo libro di Luciano Mazziotta (“Previsioni e lapsus”, Zona 2014), che, allineato allo stimmung coevo, alterna poesia e prose in bilico le une sulle altre anche a livello formale.

L’ansia del tempo e del controllo si alimenta della casualità e dell’anarchia del vissuto, con la nominazione ad accumulo di eventi, ipocondrie, strade, incontri, città, clima che ingenerano fraintendimenti, abbagli, distorsioni ottiche, progressivamente allentando la presa sul reale da parte del parlante. Rovesciando la corrente “visuale” di molti epigoni di Magrelli, Mazziotta non si fida dell’occhio, l’infinito bianco suprematista lo acceca, non quadra, tanto che senza la vista organizza lo spazio…palpa.si tocca e gli pare di essere intatto.

L’unica via di fuga che si profila in questo dualismo soggetto/oggetto è l’adesione al secondo termine di un rapporto rivelatosi oramai antinomia: diventare cosa, che non è tanto un processo di nullificazione ma una ricerca di pace, di fissità più o meno permanente nel tempo ignoto, il tentativo insomma di trovare àncora o zattera nel divenire. In anticipo sullo zero, quasi a rallentare a ridosso della meta.

Se, in questo percorso  liminare alle problematiche dell’advaita,  i testi più classicamente definibili poesia palesano una netta coerenza descrittiva e intonazioni a tratti crepuscolari, affidando alla frattura sintattica l’emergere del lapsus, con un dettato lineare che resta privo peraltro di ogni simbolismo, sono gli inserti in prosa breve – solo in apparenza diaristici – che si affollano quasi espressionisticamente dei dettagli esteriori e caotici a sgretolare la pretesa di una qualunque soggettività. In questa “lotta” interno/esterno si situa una scrittura che, a differenza di altre contemporanee più centrate su una mimesi afasica, prova un’immersione diretta nella paura e nello sgomento, paradossalmente senza timore e senza esorcismi delle passioni.

————-

MATURITÀ BERLINESE I. ERRORI PER UNA RICONCILIAZIONE

* questo si chiama l’errore, che ruota attorno a una cosa e quando
la centra, la cosa o invischia o risucchia. si tratta di una dispersione,
atte nuata, un pezzo per volta, ma che prima o poi viene fuori,
quando non è più possibile mimarne l’integrità. e c’è di più o così
si direbbe. c’era un di più che non appaga tuttora, nella berlino
che ovunque l’occhio si giri le vede, la siegessäule e la turm.
ma lì, da quella vasistdas, a neukölln, non c’era che un albero due
turchi e un io che fumava e che quasi cadeva, senza orientarsi
tra l’ovest e l’est. e allora provava a rientrare, per poco, almeno

 

Senza la vista

Senza la vista organizza lo spazio
le muove le mani le palpa
le mura: allora ci sono, può darsi,
ci sono le mura e dell’altro dovrebbe
esserci un gancio una gruccia
un asse di riferimento
che c’era e ora è annerito col resto.
Non visto, si crede, le spinge
con l’unghia le porte che pensa
di aprirle:
si tocca e gli pare di essere intatto.

 

Penultimo quadrato

In anticipo sullo zero. Cosa.
Diventare cosa.Cosa conclusa.
Cosa conclusa.Diventare cosa.
Cosa. In anticipo sullo zero

 

(altri estratti qui:http://www.nazioneindiana.com/2014/11/07/previsioni-e-lapsus-tre-estratti-e-una-nota-di-lettura/)

Annunci

Tag:

§ 5 risposte a Previsioni e lapsus – Luciano Mazziotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Previsioni e lapsus – Luciano Mazziotta su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: