Didone – Vera Pavlova

aprile 9, 2014 § Lascia un commento

VeraPavolva

Didone

 

I lamenti all’ormeggio.

La sera si liberavano.

Allevia il  mio sconforto

con nuovi sconforti,

issa la vela sull’abisso,

canzone da viaggio….

L’amore di solito è fedele

solo se disperato

*

Invece di io dico noi.

Invece di noi dico tu.

Invece di tu dico io.

Io e te siamo una coppia di usignoli.

Ma insieme siamo un diavolo solo.

Abbiamo ricreato di punto in bianco,

per suonare la città a libro aperto,

l’arpa del ponte di Brooklyn.

*

Aspettare di solito vuol dire non vedere l’ora.

Un padre cattivo, una madre invidiosa,

memoria, non m’impedisce di godere,

esperienza, non m’impedisce di capire.

*

Obbedendo a un lontano richiamo,

camminavo sulle orme della pioggia,

dischiuse centinaia di porte, non entravo in nessuna.

*

Didone

 

Non mi lagno, non mi lamento

del legame troncato.

Anch’io ero immortale

prima che nascessi.

Anch’io respiravo appieno,

senza piangere, né maledire.

Ma perfino la solitudine

mi ha abbandonato.

 

(trad. Annelisa Alleva)

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Didone – Vera Pavlova su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: