da “Riempire il vuoto” – Adriano Padua

marzo 5, 2014 § 3 commenti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
2.

 

Scarnificare a segni il vuoto d’ogni inizio, marchiando imprimerne la superficie,

agire sull’esterno senza riempire, per fasi e pause aritmeticamente, nel ritmo

obliquo, declinato a contrarsi in assenza di suono, come fosse possibile davvero,

accumulando sottrazioni e linee, un logico non distinguere, istituire destabilizzati

nuovi processi privi di ogni ordine, svolti in devianza, ribaltamenti ai punti cardinali,

imprecisioni delle strategie, in direzioni buie, su strade dalle trame indistricate,

che vanno diramandosi a tornare, non arrivate ancora, improprie nel progetto

e proiettate altrove, percorse da silenzi, da polveri piovute a soffocare fuochi,

in mari dirompenti di mancanze, assidue e assuefacenti, che annegano se stesse

e annullano di sillabe la notte, scrivendola con simboli invisibili, per vanificazione.

 

Annunci

Tag:

§ 3 risposte a da “Riempire il vuoto” – Adriano Padua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo da “Riempire il vuoto” – Adriano Padua su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: