A Heidi dagli occhi blu – Fleur Adcock

settembre 30, 2013 § 4 commenti

NPG x35741,Fleur Adcock,by George NewsonQuando ti sei tinta i capelli di blu
(o meglio, oltremare
sui lati rasati, con una cresta
di spuntoni neri in cima)
ti hanno mandato a casa da scuola

perchè, per come l’ha messa la preside,
anche se i capelli tinti non sono
esplicitamente vietati, i tuoi
non erano, comunque,
nei colori della scuola.

Lacrime in cucina,
tuo padre il liberale che telefona a scuola:
“Non è punk dentro, è solo una moda”.
(Tu ti sei asciugata gli occhi,
anche quelli non hanno i colori della scuola).

“Prima ne hai parlato con me …
abbiamo controllato le regole”. “E comunque,
papà,
è costato venticinque dollari.
Digli che non viene via
nemmeno se volessi provarci”.

Sarebbe stato scorretto ricordare
la morte di tua madre, ma la cosa
balenò dietro le discussioni.
La scuola non aveva nient’altro contro di te;
gli insegnanti ciarlarono e si arresero.

Il giorno dopo la tua amica nera si era
tinta i suoi
di grigio, bianco e giallo pallido
esattamente i colori della scuola:
un atto di solidarietà, una sapiente
presa in giro. La battaglia era già vinta.

Annunci

Tag:

§ 4 risposte a A Heidi dagli occhi blu – Fleur Adcock

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo A Heidi dagli occhi blu – Fleur Adcock su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: