da Rime di Argia Sbolenfi – Olindo Guerrini

giugno 22, 2013 § Lascia un commento

olindo

IN DISPREZZO DI UNO SPASIMANTE VECCHIO E STORTO

 SONETTO SBOLENFIO

 

Ridicolo che il vicolo girandoli,

Sciupi i sassi coi passi e indarno ciondoli.

Ti parlo schietto, io non ammetto scandoli,

Né sopporto uno storto che mi sdondoli.

Gli affetti celo e in denso velo ascondoli

Ai vegliardi testardi; indi burlandoli,

Li mando in bando quando, innamorandoli,

Strazio i lor cor e nel dolor sprofondoli.

Se i maschi adoro, pur tra loro io scindoli

In vecchi molli c’hanno i colli pendoli

E in giovinetti eretti e di buone indoli;

Ma i somari tuoi pari io vilipendoli

E far puoi quel che vuoi, tu non m’abbindoli,

Vecchio brutto, distrutto e tutto a sbrendoli!

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo da Rime di Argia Sbolenfi – Olindo Guerrini su viomarelli.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: